Навигация
Реклама
Реклама

Sondaggio: gli ucraini hanno un atteggiamento migliore nei confronti della Russia, e i russi nei confronti dell'Ucraina, al contrario

I sociologi del Levada Center e del KIIS sostengono che "dalla fine del 2017, l'opinione pubblica ucraina tende ad aumentare l'atteggiamento positivo nei confronti dello stato vicino".

I sostenitori del regime dei visti e i suoi oppositori in entrambi i paesi sono quasi equamente divisi / UNIAN

Ciò è dimostrato da un'indagine sociologica del Centro Levada in Russia e dall'Istituto Internazionale di Sociologia di Kiev in Ucraina, che UNIAN ha dati.

"Le dinamiche della reciproca percezione indicano ancora un'immagine più positiva della Russia tra la popolazione dell'Ucraina che un'immagine positiva dell'Ucraina tra la gente della Russia. Inoltre, dalla fine del 2017, l'opinione pubblica ucraina tende ad aumentare l'atteggiamento positivo nei confronti dello stato vicino. A sua volta, l'atteggiamento negativo del popolo russo nei confronti dell'Ucraina è più stabile, e le fluttuazioni di atteggiamento nei confronti del prossimo in questo periodo sono casuali e statisticamente insignificanti ", dice la pubblicazione congiunta.

Alla domanda posta in Russia, "Come ti senti in generale in Ucraina adesso?" Il 55% ha risposto che "per lo più cattivo" e "molto cattivo" (a luglio c'erano il 49%). Allo stesso tempo, l'Ucraina è trattata "molto bene" e "per lo più buona" dal 33% degli intervistati nella Federazione Russa (a luglio c'erano il 37%). Difficile rispondere al 12% (a luglio, 15%).

Leggi anche i tribunali ucraini non si fidano di quasi l'80% della popolazione - indagine

Allo stesso tempo, la domanda in Ucraina è "Come ti senti in generale in Russia adesso?" Il 48% ha risposto che "molto buono" o "per lo più buono" (45% a luglio), 32% - "per lo più cattivo E molto male (38% a luglio). Il 19% degli intervistati ha trovato difficoltà a rispondere (18% a luglio).

Come osservano i sociologi, se guardiamo ai dati che dimostrano il tipo di relazioni desiderato con un paese vicino, possiamo vedere che i sostenitori del regime dei visti e dei loro oppositori in entrambi i paesi sono quasi uguali.

Inoltre, i sociologi osservano che fino al 2014 la quota di russi che difendevano confini stretti ha superato una quota simile tra i residenti dell'Ucraina che hanno sostenuto il regime dei visti con la Federazione russa. Ma dopo la situazione opposta si nota, quando il numero di sostenitori del regime dei visti tra i paesi è più alto tra la popolazione dell'Ucraina rispetto alla Russia. A settembre 2018, rispetto a marzo, la quota di sostenitori dei visti è diminuita in entrambi i paesi: nella Federazione russa a causa dell'aumento della percentuale di russi a cui è difficile rispondere, in Ucraina - a causa di coloro che preferiscono le frontiere aperte e le relazioni senza visti, ma è impossibile dire fino a quando queste fluttuazioni indicano cambiamenti fondamentali nella percezione reciproca, ed è necessario monitorare ulteriori dinamiche, sottolineano gli esperti.

Quindi, il 32% dei russi intervistati ritiene che "le relazioni della Russia con l'Ucraina dovrebbero essere le stesse che con gli altri stati - con confini chiusi, visti, dogana" (a marzo c'erano il 39%). Il 45% degli intervistati nella Federazione Russa ha dichiarato che "la Russia e l'Ucraina dovrebbero essere indipendenti, ma gli Stati amici - con frontiere aperte, senza visti e dogana" (a marzo c'erano anche il 45%). Allo stesso tempo, il 16% dei russi ritiene che "la Russia e l'Ucraina dovrebbero unirsi in un unico stato" (nel marzo c'erano il 10% di tali persone). Difficile rispondere al 6% (a marzo, 5%).

A sua volta, il 39% degli ucraini ritiene che le relazioni dovrebbero essere chiuse, visti, dogana (a febbraio erano il 44%), il 50%: le relazioni dovrebbero essere aperte, senza visti e dogana (nel febbraio 44%). Il 4% degli ucraini ritiene che l'Ucraina e la Federazione russa dovrebbero unirsi in un unico stato (a febbraio, 3%). Difficile rispondere all'8% (a febbraio, 9%).

Il sondaggio del Levada Center è stato condotto nella Federazione Russa dal 20 al 26 settembre utilizzando un campione rappresentativo tutto russo di popolazione urbana e rurale di 1.600 persone di età pari o superiore a 18 anni in 136 località, 52 regioni della Federazione Russa.

Il KIIS ha condotto un'indagine sui residenti in Ucraina dall'8 al 23 settembre per un campione di 2mila 26 persone, rappresentativo della popolazione di oltre 18 anni.

Come riportato da UNIAN, più della metà degli ucraini è pronta a difendere l'integrità territoriale Ucraina con le armi nelle loro mani.

Se noti un errore, selezionalo con il mouse e premi Ctrl + Invio

#
Пользовательское соглашение | © 2016 Все права защищены.